DE BLASI Alberto (junior)

Quando egli era in vita, noi gente comune sapevamo poco delle sue molteplici peculiarità.

Prof. Dott. Alberto DE BLASI juonior
Periodo: (1904 - 1971)

Un modesto articolo non può certo illustrare compiutamente la figura di A. De Blasi. Alberto De Blasi conseguì la maturità classica nel liceo " Colonna" di Galatina (LE). Si iscrisse alla facoltà di Medicina dell'università di Genova e si laureò con lode. Per due anni frequentò l'Istituto di Anatomia dell'ospedale Widen di Vienna, diretto dal celebre Prof. Sternberg, e nel contempo fu assistente nella clinica chirurgica diretta dal prof. Finster. Nel 1930 fu nominato assistente volontario del prof. Righetti e lo stesso Righetti lo mandò a Berlino nell'Istituto di Anatomia Patologica ,diretto dal Prof. Anders. Nel 1932, tornò a Bari come assistente di ruolo del prof. Righetti e nel 1944 fu incaricato della direzione dell'istituto di Patologia chirurgica, di cui divenne ordinario in seguito a un concorso nazionale.
Egli propose le sue capacità di innovatore e di organizzatore, promuovendo la nascita e sostenendo l'affermazione di tante specialità costituenti un quadro completo di attività analitiche, diagnostiche e terapeutiche, che egli intuiva e considerava estremamente necessaria alla cura globale dell'ammalato. Il Tempo, quotidiano di Roma, titolò un giorno a tutta pagina testualmente:"A Bari si opera sul cuore, in silenzio". Non faceva nulla per farsi conoscere, perché non concedeva mai nulla alla teatralità. Fu un grande maestro e un insigne caposcuola. Le pubblicazioni della sua scuola furono più di mille e i riconoscimenti gli pervennero dalle più alte autorità della scienza, dello Stato e delle civili istituzioni.
Quando trovava un momento libero dai tanti impegni, correva qui a Taviano, nella sua città natale, che considerava come un rifugio e dove passava un breve periodo di riposo durante l'estate al mare. Il prof. De Blasi morì d'infarto e fu come un fulmine, che non gli consentì di essere salvato come egli aveva salvato tante persone. Tutta la gente si smarriva in una ridda di pensieri e di sussulti del cuore. Si voleva preparare per lui un trionfo. Fu proclamato il lutto cittadino. Lo accompagnammo al cimitero tutti e più di tutti. Bari gli ha dedicato un'aula del suo Ateneo, Taviano gli ha dedicato una scuola. Sulla sua tomba è scritto semplicemente "Alberto De Blasi: 1 Ottobre 1904 - 8 Novembre 1971".
 

Documenti e link

Opzioni di stampa: