Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.
Hai negato l'utilizzo di cookie. Questa decisione può essere revocata.
Hai accettato l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere revocata.

Pecureddhu te pasta reale - Agnellino di pasta di mandorle

  • Tipo di portata: Dolci e dessert
  • Difficoltà:

Prima di iniziare...

Dosi per: 2 agnellini

Ingredienti

  • gr. 500 di mandorle;
  • gr. 500 di zucchero;1/2 bicchiere d'acqua;
  • buccia di limone.

Per la lana:

  • gr. 200 di mandorle tritate finissime;
  • gr. 125 di zucchero;
  • un po' d'acqua (giusto per bagnare lo zucchero);
  • liquore strega q.b.;
  • tasca da pasticciere con bocchetta del diametro di 8 mm.

Preparazione

Private le mandorle della pellicina scura immergendole per circa 15 minuti nell'acqua bollente. Asciugatele e tritatele quasi finemente. Mettete sul fuoco una pentola capiente con lo zucchero, la buccia del limone, l'acqua e cuocete a fuoco moderato. Quando, prendendo una goccia tra il pollice e l'indice lo "scileppu" farà il filo, togliete la pentola dal fuoco, eliminate la buccia di limone e versatevi le mandorle tritate. Mescolate affinché si bagni tutta e rimettete la pentola sul fornello lasciando cuocere l'impasto, sempre rigirando, fino a che non comincerà staccarsi dalle pareti della pentola.

Versate, quindi, l'impasto su un piano di marmo e lasciate intiepidire. Nel frattempo, rivestite con pellicola trasparente la forma di gesso dell'agnellino e sistematevi, premendola, la pasta di mandorle fino a riempirla tutta. Capovolgete la forma su un vassoio e togliete la pellicola delicatamente. In un'altra pentola tirate appena , con lo stesso procedimento di prima, lo "scileppu", aggiungetevi qualche goccia di limone, versate la farina di mandorle e cuocetela appena a fuoco lentissimo (togliete la pentola dal fuoco mentre versate la farina). Aggiungete un po' di liquore Strega e mettete nella tasca da pasticciere. (*) Ricoprite il corpo dell'agnello con la lana; decorate con glassa di cioccolato gli zoccoli delle zampe e con un chicco di caffé riempite l'orbita dell'occhio.

(*) Se mentre lo usate l'impasto si raffredda, riscaldatelo aggiungendo ancora qualche goccia di liquore.

Torna a inizio pagina