Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.
Hai negato l'utilizzo di cookie. Questa decisione può essere revocata.
Hai accettato l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere revocata.

Cappaddhuzza - Ex Biblioteca Comunale Martino Abatelillo

Categoria Musei e biblioteche

L'immobile attualmente adibito a sede della PRO LOCO "TAVIANO - MANCAVERSA", situato sul Corso V. Emanuele II, era un'antica cappella dedicata alla Madonna delle Grazie e il termine di Cappaddhuzza, deriva da Cappelluccia

Le notizie sulla prima Biblioteca istituita a Taviano le troviamo in una relazione risalente al 1887 del regio delegato straordinario avv. Girolamo Congedo, dove così si legge:
"... in una stanza del Municipio i libri erano ammucchiati nel massimo disordine confuso con atti di archivio e scaffali abbandonati e su di uno di questi d'intarsiato legno coi capitelli dorati, il sudiciume ascendeva una data preziosa: 1753. Seppi che il materiale librario proveniva dall'abolito convento dei Frati Riformati della chiesa dell'Addolorata". Ciò sta a dimostrare che la prima biblioteca è stata "istituita nel 1753". Dopo il riordino e la catalogazione del materiale librario, effettuato dallo stesso regio delegato con l'aiuto di un certo maestro Caroli e degli impiegati del Municipio, le raccolte librarie furono sistemate in una sala del vecchio Municipio. L'attuale sede è al centro del paese, in Corso Vittorio Emanuele II, nella chiesetta sconsacrata detta "Madonna delle Grazie" o "Cappaddhuzza" (ossia "Cappelluccia").

Molti anni fa, l'otto settembre di ogni anno, nella cappella si celebrava la festa della "Perdonanza" e nella zona si teneva un grande mercato. Si dice che in tale ricorrenza numerosi erano i fedeli che ivi accorrevano, molti i miracoli (guarigioni di storpi) ricevuti dalla Madonna e numerosi i mercanti che si recavano lì a vendere i loro prodotti. Per tale motivo il Signor Magnifico Nerone Mancino di Taviano propose di costruire una chiesa con le offerte dei fedeli. Ora è chiaro il motivo per cui, nei giorni 7 e 8 settembre, nelle vicinanze di tale luogo si tiene, ogni anno, la fiera-mercato detta "Cappeddha" dal nome "Cappaddhuzza".

Il tempio si presentava, all'origine, ad una sola navata con due porte; era coperta a lamia ed aveva un campanile. La costruzione di stile tardo barocco, costruita verso la fine del 1600, presenta ancora oggi, un portale sormontato da due caditoi e una finestra; ciò sta a significare che la chiesetta era fortificata, forse perché situata fuori dall'abitato. Questa chiesa, sconsacrata dopo il 1870, scorporata dai beni ecclesiastici ed incamerata dallo Stato, è passata al Comune che l'ha sempre utilizzata come deposito. Dal 1985, in seguito ad un radicale restauro, è stata adibita a sede della Biblioteca Comunale.

 

Orari di apertura

NOTA BENE:
La Biblioteca Comunale "Martino Abatelillo" è stata trasferita  al palazzo marchesale "De Franchis" di Piazza Del Popolo.
Nella nuova sede è stata allestita la SEZIONE VIDEOTECA con la raccolta dei DVD donata dalla famiglia del prof. Luigi Tenuzzo; e sono state esposte in MOSTRA PERMANENTE le opere pittoriche donate dal geom. Antonio Piccinno per la costituzione della PINACOTECA COMUNALE "Fondo A. Piccinno".

  • Info e recapiti

Direttiva per la qualità dei servizi on line e la misurazione della soddisfazione degli utenti

Hai trovato utile, completa e corretta l'informazione?
  • 1 - COMPLETAMENTE IN DISACCORDO
  • 2 - IN DISACCORDO
  • 3 - POCO D'ACCORDO
  • 4 - ABBASTANZA D'ACCORDO
  • 5 - D'ACCORDO
  • 6 - COMPLETAMENTE D'ACCORDO
Torna a inizio pagina