Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.
Hai negato l'utilizzo di cookie. Questa decisione può essere revocata.
Hai accettato l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere revocata.

Adozione di un sistema di videosorveglianza volto a contrastare l’indiscriminato abbandono di rifiuti sul suolo cittadino

Visualizza e/o scarica il comunicato

Dettagli della notizia

Con delibera di Giunta del 16.11.2017, è stata approvata l’adozione di un sistema di videosorveglianza volto a contrastare l’indiscriminato abbandono di rifiuti sul suolo cittadino. Considerata l’estrema necessità di agire a tutela del patrimonio ambientale, delle norme igienico-sanitarie e della decorosa convivenza civile, gli Amministratori hanno predisposto l’installazione di cinque dispositivi portatili, noti quali “fototrappole”, con l’auspicio che essi abbiano effetto deterrente, scoraggiando la diffusione del triste fenomeno e consentendo la punizione di chi dimostri scarso senso civico.
“Un ringraziamento al consigliere delegato Barbara D’Argento – afferma il Sindaco Giuseppe Tanisi − il cui impegno ha reso possibile l’istituzione degli apparecchi informatici, installati con la collaborazione dell’impresa affidataria del servizio”.
L’operato dell’Amministrazione Comunale è perfettamente in linea con i provvedimenti presi nel resto d’Italia, a testimonianza del forte impegno delle istituzioni nella lotta al fenomeno dell’incivile abbandono dei rifiuti e nella sanzione di tale pratica. I cinque apparecchi, che arricchiscono la dotazione di strumenti a disposizione dell’Amministrazione Comunale per combattere i reati ambientali, saranno impiegati sul territorio in modo da monitorare le aree maggiormente soggette alla creazione di “microdiscariche”, nel totale rispetto della normativa sulla privacy in materia di videosorveglianza.
“Si tratta di un ulteriore strumento – afferma il consigliere delegato Barbara D’Argento – che si aggiunge all’attività di controllo svolta dal Comando della Polizia Municipale il quale, congiuntamente all’Ufficio Ambiente del nostro Comune, procederà con l’individuazione di punti sensibili ove installare i dispositivi informatici e, previa visione delle foto, con l’attivazione dell’eventuale procedimento sanzionatorio”.
“Ricordiamo infatti – conclude il Sindaco − che la giusta differenziazione dei rifiuti è il primo passo di un processo di recupero attraverso il riciclo che permette un minore utilizzo delle risorse naturali a disposizione e minori emissioni inquinanti prodotte per lo smaltimento”.

 

Documenti allegati

Direttiva per la qualità dei servizi on line e la misurazione della soddisfazione degli utenti

Hai trovato utile, completa e corretta l'informazione?
  • 1 - COMPLETAMENTE IN DISACCORDO
  • 2 - IN DISACCORDO
  • 3 - POCO D'ACCORDO
  • 4 - ABBASTANZA D'ACCORDO
  • 5 - D'ACCORDO
  • 6 - COMPLETAMENTE D'ACCORDO
Torna a inizio pagina